Home Poesia ventidue valigie

ventidue valigie

 

mi piacerebbe buttare a mare

le tue ventidue valigie

non perchè io sia migliore

invidioso o infelice

 

è che penso spesso ai cani

ai loro angoli d’annaffiare

all’aquilone che il vento

non fatica a svolazzare

 

penso a una nuvola di passaggio

che a nessuno verrebbe in mente di rubare

al piacere di un bel foglio e scribacchiare

mollemente sdraiato al sole

e a tutte quelle cose

che abbiamo sempre bisogno di provare

e dovremmo invece subito indossare

e dovremmo invece subito indossare

 

perciò a cosa potrà servire

aver ventidue valigie

se il ricordo più bello non muore

non si lascia scordare

 

penso alle maschere a colori

che cerchi sempre d’inventare

al lusso e all’eleganza

delle tue valigie

 

cos’avrai mai da trasportare

forse le troppe parole

che sempre hai dovuto seminare

come alghe nel mare

o il peso esorbitante

di facce e sorrisi da mostrare

che poi non riesci più a cancellare

che poi non riesci più a eliminare

 

30/08/01